contattaci senza impegno per qualsiasi informazione, saremo noi a venire da te

 

Bancomat obbligatorio per professionisti, commercianti e artigiani dal 30 settembre 2017

Il decreto annunciato da Casero metterà in pratica quanto previsto prima dal decreto crescita 2.0 del 2012 e poi dalla Legge di Stabilità 2016, con la quale era stato introdotto l’obbligo per professionisti e commercianti di dotarsi di POS e accettare pagamenti con bancomat o carta di credito per importi superiori ai 5 euro. Il decreto attuativo verrà predisposto da MEF e MISE e firmato entro il mese di settembre, questo quanto anticipato da Casero, e prevede sanzioni pari a 30 euro per chi accetterà soltanto pagamenti in contanti, con l’esenzione dalla nuova norma per alcune categorie di professionisti e con l’introduzione di sgravi fiscali per i contribuenti. Pagamenti elettronici, il Governo accelera Il bancomat obbligatorio sarà soltanto il primo intervento che il Governo metterà a punto con l’obiettivo di premere sulla diffusione in Italia deipagamenti elettronici. Come affermato da Casero, la sanzione per professionisti, commercianti e artigiani sarà soltanto uno dei tasselli del decreto da proporre entro settembre: “Vogliamo inserire questa norma all’interno di un quadro più ampio per spingere tutto il sistema a un deciso spostamento verso i pagamenti elettronici in Italia”. Allo studio del Ministero dell’Economia anche agevolazioni fiscali per i contribuenti che decidono di pagare con bancomat o carta.
download
 

Arriva la rivoluzione telematica

Legge di stabilità 2017 pubblicata in Gazzetta Ufficiale

“ 540. A decorrere dal 1º gennaio 2018 i contribuenti, persone fisiche residenti nel territorio dello Stato che effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dell'esercizio di attività d'impresa, arte o professione, presso esercenti che hanno optato per la trasmissione telematica dei corrispettivi ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, possono partecipare all'estrazione a sorte di premi attribuiti nel quadro di una lotteria nazionale. Per partecipare all'estrazione è necessario che i contribuenti, al momento dell'acquisto, comunichino il proprio codice fiscale all'esercente e che quest'ultimo trasmetta all'Agenzia delle entrate i dati della singola cessione o prestazione secondo le modalità di cui ai commi 3 e 4 dell'articolo 2 del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127.”
Scontrino telematico 02

Questo sito utilizza i cookie, navigando nel sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.